Sanzione mancato pagamento IRAP

 
Simone
12 marzo 2013
Commenta

arton9994 Sanzione mancato pagamento IRAPLe dichiarazioni irregolari dell’Irap (Imposta Regionale sulle Attività Produttive) sono quelle stabilite dal Decreto legislativo 446 del 1997, il testo normativo che ha introdotto questo tributo: si tratta, nello specifico, della dichiarazione redatta non in conformità al modello approvato dal Ministero delle Finanze, la mancata indicazione dei dati rilevanti per l’individuazione del contribuente, la mancata o incompleta indicazione di elementi utili per determinare il tributo, come anche degli elementi utili per i controlli. Quali sanzioni sono previste nello specifico?

Come prevede la stessa norma (vedi anche Le ultime istruzioni del Fisco sull’Irap), viene applicata una sanzione unica, la quale è compresa tra un minimo di 258 e un massimo di 2.065 euro. La violazione stessa, comunque, viene ritenuta compiuta nel momento in cui si viene a determinare un ostacolo effettivo al normale esercizio dell’attività di controllo. Lo stesso discorso deve essere fatto anche per il ritardato o omesso pagamento dell’imposta: in questo caso, si fa riferimento agli acconti, ai saldi, alle misure inferiori rispetto a quelle dovute, con una multa che è stabilita nella misura del 30% degli importi che non sono stati versati alle scadenze prefissate.

Quando si parla di imposta non versata a saldo, comunque, questa sanzione deve essere applicata su quanto non è stato pagato, andando a detrarre da ciò l’ammontare dei versamenti in acconto. Come accade spesso in casi simili, la nostra amministrazione finanziaria ha previsto l’istituto del ravvedimento operoso. Quest’ultimo è previsto dal primo comma dell’articolo 13 del Decreto legislativo 472 del 1997 (“Disposizioni generali in materia di sanzioni amministrative per le violazioni di norme tributarie”). In pratica, si possono regolarizzare i ritardati, omessi o inferiori pagamenti dell’Irap, in acconto o in saldo, rispettando dei termini ben precisi, vale a dire entro trenta giorni dalla data in cui la violazione è stata commessa (sanzione del 3,75%), oppure entro il termine per la presentazione della dichiarazione (sanzione del 6%).

Articoli Correlati
Ecco le sanzioni per il mancato pagamento canone RAI

Ecco le sanzioni per il mancato pagamento canone RAI

Come noto, il canone RAI è una tassa sul possesso di un apparecchio televisivo. Il suo pagamento è effettuabile attraverso un versamento annuo (eventualmente frazionabile) e riguarda – salvo poche […]

Sanzioni mancato pagamento canone RAI

Sanzioni mancato pagamento canone RAI

Formalmente il canone Rai non è un abbonamento ma piuttosto una tassa (illegittima?) sul possesso di un apparecchio televisivo, applicata a prescindere che si guardino i programmi di “mamma Rai”, […]

Irap 2011: dichiarazione, i contribuenti esonerati

Irap 2011: dichiarazione, i contribuenti esonerati

Gli incaricati di vendita a domicilio soggetti alla ritenuta a titolo d’imposta sono esonerati dalla dichiarazione ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive (Irap). A ricordarlo, attraverso il proprio sito […]

Modello Irap 2011: le sanzioni

Modello Irap 2011: le sanzioni

Non solo per l’Irpef e per l’Iva, ma anche per l’Irap, l’imposta regionale sulle attività produttive, le sanzioni sono molto salate in caso di pagamento tardivo, carente o mancato della […]

IRAP: Torna il ravvedimento

IRAP: Torna il ravvedimento

L’Agenzia delle entrate è tornata sul tema dell’IRAP e precisamente della possibilità di ravvedere gli omessi versamenti del tributo regionale. La questione è iniziata alcuni anni fa con 2 provvedimenti […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento