You are here
Home > Agenzia entrate > Detrazione 36%: Modalità e procedure per la richiesta

Detrazione 36%: Modalità e procedure per la richiesta

La legge 23.12.2009 numero 191 – meglio nota come la “finanziaria 2010” – pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana numero 302 del 30.12.2009, entrata in vigore il 01.01.2010, ha prorogato per l’anno 2010 le agevolazioni fiscali in favore dei proprietari di immobili che vi eseguano lavori di ristrutturazione.

In particolare, il proprietario di una unità immobiliare, appartenente a qualsiasi categoria catastale, ed anche avente natura rurale, quando intende effettuarvi lavori di manutenzione straordinaria, di restauro e risanamento conservativo o di ristrutturazione edilizia, per beneficiare del menzionato vantaggio fiscale, deve inviare  apposita  comunicazione di inizio lavori,   a mezzo raccomandata A.R., al:

CENTRO OPERATIVO DI PESCARA – AGENZIA DELLE ENTRATE, VIA RIO SPARTO N° 21, 65129 PESCARA, utilizzando e compilando il modulo scaricabile dal sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate.

Alla comunicazione va allegata tutta la documentazione di natura edilizia inerente i lavori a farsi (permesso di costruire, denunzia di inizio attività (DIA), domanda di accatastamento, ricevute ICI).

Il vantaggio fiscale consiste in una detrazione IRPEF pari al 36% delle spese sostenute, calcolata per un ammontare massimo di spesa pari ad €48.000,00.

In sintesi,  il contribuente proprietario di un immobile che via abbia eseguito lavori di ristrutturazione per un importo non superiore ad €48.000,00 (o comunque sino a quell’importo) può detrarre dalla imposta IRPEF da pagare, una somma pari al 36% delle spese effettuate per i lavori di ristrutturazione; detrazione che viene ripartita  in dieci rate annuali di pari importo.

Si precisa che la natura del descritto beneficio fiscale è di vera e propria detrazione e non già di rimborso, pertanto, ad esempio se l’IRPEF da pagare è pari ad € 100 e la detrazione annuale, fatti i dovuti calcoli, è pari ad € 130, il contribuente non pagherà nulla (100 = 100) ma non otterrà il rimborso dei residui €30.

59 thoughts on “Detrazione 36%: Modalità e procedure per la richiesta

  1. Domanda:
    avendo in atto una detrazione irpef che copre il 36% di 48.000 euro, posso accedere alla agevolazione del 55% per la caldaia?
    Cerco di spiegarmi meglio, cercando di non sbagliare i termini.
    Ho fatto una ristrutturazione della casa ed ho speso 50.000 euro. Essendo over 65, ho ottenuto il “rimborso” del 36% fino a 48.000 in 5 anni.
    Vorrei ora cambiare la caldaia e metterne una a condensazione, cosa che mi garantirebbe il rimborso del 55% dell’irpef o roba simile… siccome non ci capisco nulla di queste cose, è possibile accedere a tale agevolazione avendo già sforato il tetto per la ristrutturazione?
    Spero di essere stato chiaro :s

  2. si puoi accedere alla detrazione del 55%, nello specifico rimando alla circolare dell’agenzia delle entrate:

    Con la circolare 36/E del 31 maggio 2007, l’agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla cumulabilità della detrazione del 55% (articolo 1, commi 344-349 della legge 296/2006) con altre agevolazioni.

  3. alla domanda 36% per l’agenzia di pescara è preferibile allegare anche la comunicazione alla asl di inizio lavori, durata e del rispetto delle norme di sicurezza ed assicurative -utile farsi firmare il contratto d’appalto lavori con richiamo a dette norme da parte di tutti gli operatori: muratore, elettricista, idraulico ecc.-.
    iva sempre al 10%, dietro dichiarazione ai fornitori-artigiani ecc.
    il 36% e il 55% non sono cumulabili, applicabili solo in caso di interventi distinti e separati e nel secondo caso che rispettini i parametri energetici di legge tramite termotecnico, nei casi previsti, e/o installatore abilitato e certificare l’intervento mirato al risparmio energia.
    in ogni caso, oltre che all’enea, è preferibile iniltrare comunicazione a pescara poichè non dovessero ricorrere i requisti per il 55% si può sempre ripiegare sul 36%. anche qui iva al 10%, tenendo conto della presenza di bene significativo e relativa manodopera che può ricorrere all’iva ridotta + stesso valore su bene significativo, il resto del bene va al 20% di iva.

  4. certo che non si puo richiedere 2 detrazioni per lo stesso intervento, infatti l’amico filippo chiedeve se poteva richiedere il 55% per l’acquisto di una caldaia anche se aveva ottenuto il 36 % per le ristrutturazioni

  5. Ho fatto la dichiarazione all’Agenzia delle Entrate e i lavori di ristrutturazione sono iniziati il 23/12/2009 e finiranno presumibilmente verso fine gennaio 2010.
    Le spese sostenute nel 2009 vanno detratte nella dichiarazione
    di Maggio 2010 e quelle sostenute a gennaio 2010 l’anno prossimo, o andranno tutte all’anno prossimo??
    Inoltre volevo sapere se la mia dichiarazione risulta a credito per via degli acconti versati, non posso detrarre niente o devo tener conto di quanto risulta da pagare, senza considerare gli acconti versati ??
    Grazie a chi mi potrà aiutare.

  6. Nel caso di un’associazione, dovendo fare lavori di manutenzione straordinaria alla propria sede, come può essere applicata, sempre che si possa, la detrazione del 36%? Viene spalmata sull’IRPEF degli associati?

  7. Gli articoli sono molto chiari. Non ho dimestichezza con il web, ma volevo chiedervi la cortesia di rispondrmi, se possibile. Ho effettuato dei lavori di rifacimento del tetto dell’abitazione di mia proprietà nell’ anno 2009 ed ho fatto tutta la procedura come per legge, per usufruire delle detrazioni del 36% fatta eccezione della famosa raccomandata all’Agenzia dell’ Entrate di Pescara.Posso farla oggi che sono ancora in tempo perla dichiarazione dei redditi oppure ho perso ogni beneficio. Avete qualche risoluzione da consigliarmi. Vi ringrazio affettuosamente

  8. Ho ristrutturato casa nel 2009, regolarmente in possesso del DIA, richiesta inviata al comune il 11/06/2009,(data di protocollo). Ho inviato la comunicazione alla Agenzia delle Entrate di Pescara, con raccomandata in data 10/08/2009, la data d’inizio lavori erroniamente ho scritto 08/08/2009, le stesse date sono state riportate nel documento inviato alla ASL di competenza.IL CAF nella compilazione del 730, si è rifiutato di fare il recupero del 36%,perchè la data di inizio lavori e prima della comunicazione delle raccomandate. Avete qualche soluzione da cosigliarmi. Vi ringrazio di cuore. Preciso che la differenza e di due giorni).

  9. Buon giorno, desidero sapere quali sono le possibilità che horela tive alla detrazione del 36% in merito alla sostituzione di una caldaia a camera aperta con una a camera chiusa, rifacimento di un bagno pitturazione e costruzione di controsoffittatura.
    Ciò detto ove sia posibile un chiarimento sulla compilazione del modello da inviare all’agenzia delle e. circa la sezione relativa ai documenti da allegare.

    Cordialità G.Z

  10. Ho effettuato lavori di ristrutturazione iniziati nel 2008 e terminati e pagati con bonifico nel 2009. Avevo richiesto ed ottenuto la DIA dal Comune di Milano, ma non ho inviato a suo tempo la comunicazione al Centro Operativo di Pescara. Posso inoltrarla adesso? Posso mettere in detrazione il costi della ristrutturazione?
    Grazie per una risposta.

  11. Vorrei avere un’informazione circa le detrazioni fiscali per la ristrutturazione di un’abitazione. Se i proprietari sono più di uno le detrazioni vengono ripartite in base alla percentuale di proprietà o alle spese sostenute?Intendo dire se uno è proprietario solamente dell’1% di un immobile ma sostiene l’80% delle spese di ristrutturazione può detrarre relativamente alle spese effettivamente sostenute o solamente all’1%?Grazie
    cordiali saluti

  12. 2 anni fa ho finito di costruire la casa (prima casa), quindi i lavori sono conclusi. Ora ho chiesto una concessione edilizia per costruire il garage e il ricinto (unica per entrambi). Ho mandato a Pescara la comunicazione per il 36% prima dell’inizio dei lavori e ora che i lavori sono iniziati mi trovo a pagare la prima fattura. So che per il garage posso chiedere l’iva al 4%. La mia domanda è: posso chiedere l’iva al 4% anche per i lavori del ricinto, e di conseguenza anche per l’acquisto e installazione del cancello? Infine, se mi fanno l’iva al 4% e poi scopro che non è possibile cosa devo fare, e a che sanzioni vado incontro?

  13. La detrazione 36% e quella 55% si possono utilizzare nell’ambito di una ristrutturazione (manutenzione strodinaria) che prevedere interventi di diverso tipo ? Quindi il 36 per le opere murarie e il 55 per quelle di risparmio energetivo (infissi etc) ?
    GRazie

  14. ho comprato una stufa a legna a risparmio energetico il negoziante mi ha detto che posso detrarre il 36% invio l’ inizio lavori all A.E. di pescara poi paGO TRAMITE BONIFICO banacrio dovrò installare la canna fumaria che comprerò da un idraulico che la poserà quindi pagherò anche lui con bonifico …la mia domanda è : è tutto legale se il lavoro di tipo straordinario è compreso di due fatture e due bonifici ?
    graZIE PER LA RISPOSTA

  15. Buongiorno, vorrei acquistare una stufa a pellet 8KW marca Sideros, il rivenditore mi ha detto che posso usufruire della detrazione fiscale del 36%. La mia domanda è, devo scaricarmi dal sito dell’A.E.l’apposito modulo e inviarlo tramite raccomandata senza ricevuta di rit.all’Agenzia delle Entrate centro operativo di PE senza dover allegare nulla giusto? Non serve una DIA, vero? Dopodichè pago il rivenditore tramite bonifico bancario apposito per le detrazioni e devo rinviare copia della fattura sempre all’A.E.centro operativo di PE o devo tenere la documentazione per il prox anno e portarlo al commercialista quando farò la denuncia dei redditi (730)?Anni fa ho ristrutturato casa e ho fatto richiesta per detrazione 36% e 55% per cambio caldaia, non c’entra nulla se volendo acquistare una stufa a pellet richiedo di usufruire della detrazione del 36%, giusto? Grazie mille saluti Carla

  16. Vi chiedo un aiuto su una questione che non riusciamo a risolvere: io sono proprietaria di un appartamento al 100%. Ho presentato la DIA in comune per la ristrutturazione.
    Mio marito, che è con me convivente ma non è proprietario, può detrarre il 36% della spesa di ristrutturazione, se fa lui tutti i bonifici?
    Se si, nel modulo da mandare a pescara (comunicazione di inizio lavori per fruire della detrazione) dobbiamo mettere i suoi dati (è lui che scaricherà) e barrare che lui è il detentore, o i miei dati di proprietaria?
    Pensavo di mettere nel modulo il suo codice fiscale dove dice codice fiscale soggetti art.5 del tuir, essendo lui mio familiare convivente, ma non ci sta il C.F….
    Grazie a chi potrà aiutarmi! Alessandra

  17. Salve, ho iniziato la ristrutturazione del tetto come manutenzione straordinaria inviando tutta la documentazione prevista da legge per l’anno in corso per un importo presumibile non superiore al tetto di 48000 euro. In quest’anno vorrei istallare inoltre un condizionatore, posso/devo inviare un’altra comunicazione a pescara nello stesso anno, ma relativa allo stesso immobile? Per il condizionatore è necessaria la dia? grazie per l’aiuto. Roberta

  18. Salve.
    Stiamo facendo dei lavori di manutenzione ordinaria (tinteggiatura, lastrico solare, ecc) e il notro condominio è amministrato di anno in anno da ogni condomino, non essendoci spese particolari oltre a corrente ed acqua.
    La ditta , per i lavori che ci sta eseguendo (verniciatura e rifacimento pavimento terratto) fattura ad ogni singolo condomino. Ci è stato detto che potevamo fare la dichiarazione a pescara sigolarmente e cosi’ abbiamo fatto. Ogni condomino ha fatto la propria dichiarazione e di volta in volta fa il bonifico alla ditta. Abbiamo fatto bene o rischiamo di non poter detrarre nulla???? Ho letto da qualche parte che per le parti comuni la procedura è diversa…:(((

    GRAZIE 1000

  19. Buonasera,
    vorrei avere la certezza che, avendo effettuato una ristrutturazione in un immobile di proprietà e avendo proceduto richiedento per alcuni interventi (tipo rifacimento del bagno e pavimenti)la detrazione del 36% e per altri interventi (tipo sostituzione degli infissi) la detrazione del 55% si è operato correttamente o se esiste la possibilità che venga interpretato come cumulo dei benefici. Grazie

  20. Salve,
    grazie per tutte queste informazioni. Molto Utili. Una domanda però vorrei porla pure io per sapere se la data di inizio lavori da indocare è indicativa o se deve corrispondere a qualche documento. Ho intenzione di iniziare i lavori ma non sono ancora in grado di stabilire se sara tra 1 mese o 2.

    Grazie.

  21. – Il marito può detrarre il 36% se la DIA è stata presentata a nome della moglie che è proprietaria dell’appartamento in ristrutturazione?
    – Per gli interventi di ristrutturazione interni all’appartamento è necessaria la comunicazione ASL?
    – I lavori di tinteggiatura, sasatura e controsoffittatura sono detraibili al 36%?
    – la sostituzione delle porte posso portarte interne sono detraibili al 36%?
    Grato per parziale o totale risposta alle mie domande, invio cordialissimi saluti a tutti

  22. @ giovanni,
    no nonpuoi detrarre il 36% se l’immobile è intestato a tua moglie
    per le comunicazioni devi sentire asl per saere se necessaria
    la tinteggiatura e rasatura no mentre il controsoffitto si
    per le porte possono rientrare nella detrazione ma si sconsiglia

  23. Sto ristrutturando un appartamento in una casa bifamiliare. Posso portare in detrazione del 36% alcuni interventi e al 55% gli infissi e l’impianto di riscaldamento. Grazie.

  24. Salve, ho fatto dei lavori ristrutturazione nell’anno 2009
    presentanto regolamente al centro operativo di Pescara la richiesta per poi usufruire del 36%. Quest’anno vorrei mettere il condizionatore devo fare un’altra richiesta al centro operativo di Pescara o la si può considerare come una continuazione dei lavori?
    Grazie da Leo.

  25. Buongiorno, ho presentato regolare dia al comune per lavori di ristrutturazione che eseguiremo fra 30 giorni (pavimenti e rivestimenti cucina e bagno + rifacimento impianti bagno)
    Con la mia ragazza siamo proprietari comproprietari dell’appartamento, mutuo cointerstato. Il bonifico all’impresa verrà fatto dalla mia ragazza. Volevo sapere se, visto che risulterà lei ad aver sostenuto tutta la spesa, dovrà essere lei a fare richiesta per usufruire del 36%. Io pur essendo proprietario ma non avendo materialmente pagato non avrò alcun diritto corretto ?
    Grazie mille in anticipo per il chiarimento

  26. per errore è stata inviata la richiesta detrazione fiscale 36%relativa a lavori straordinari di un condominio con raccomandata 1 invece di quella normale.si domanda se deve essere richiamata tale spedizione ed inviata nuovamente nelle modalità di raccomandata normale senza ricevuta di ritorno.si attende risposta il prima possibile e si ringrazia

  27. salve.vorrei sapere se posso detrarre il 36% anche se la casa non è di mia proprietà e non vi ho ancora trasferito la residenza.

  28. vorrei sapere se su una cucina in vera muratura fatta da un muratore artigiano con stucco e materiale edile possa rientrare come un opera muraria (essendo fissa)e quindi agevolabile al 10 % almeno per i muretti per la struttura non chiaramente per elettrodomestici o prodotti smontabili
    ringrazio

    Luca

  29. Salve vorrei sapere se la detrazione del 36% vale anche x l’installazione di antifurto x casa e se è cumulabile con il rimborso del 19& e iva al 4% x disabile con 104 art.3 comma 3 quindi grave.
    Grazie

  30. La detrazione del 36% spetta anche per l’installazione di antifurti. Vedi art. 1 LEGGE 27 dicembre 1997, n. 449 (comprese modifiche in vigore dal 2001).

  31. salve, io ho acquistato casa che devo ristrutturare. Devo rifare il bagno e cambiare tutti gli infissi. La comunicazione a Pescara devo farla PRIMA o DOPO (quindi a pagamento avvenuto) aver iniziato i lavori e acquistato il materiale? p.s. per il bagno, materiali come sanitari, tubi e piastrelle (ecc..) ascquistati da me possono essere scaricati?
    Scusate la domanda, forse ripetitiva, non ho letto tutte le vostre…
    Spero in una risposta veloce!

  32. Buongiorno
    non avendo aftto per tempo la comunicazione a Pescara, vedete qualche altro modo per ottenere la detrazione?
    Per il resto ho tutti documenti necessari ( DIA, Bonifici, Fatture).
    grazie

  33. nel 2010 ho montato delle tapparelle a energia solare nei lucernai del sottotetto,di quale detrazione ho diritto e quale documentazione devo presentare?

  34. Vorrei sapere se avendo inoltrato la domanda per la detrazione del 36%, ma non avendo mai proceduto ad effettuare l’intervento, sono tenuto o meno a richiedere l’archiviazione di detta richiesta fiscale, e nel caso come procedere.
    Grazie mille.

  35. ho eseguito lavori di ristrutturazione per i quali posso usufruire della datrazione per una parte del 55% e per un’altra del 36% . Vorrei sapere con certezza,poichè ho sentito pareri discordi riguardanti la documentazione da conservare e che dovrei presentare in caso di verifica da parte dell’agenzia delle entrate,quali:
    certificato di iscrizione alla camera di commercio della ditta che esegue i lavori.
    DURC
    copia bonifico bancario
    fatture——per quanto riguarda le fatture è sufficiente distinguere il costo del materiale e il costo della manodopera e con quale dicitura.Vi ringrazio anticipatamente per la risposta se possibile.

  36. sono comproprietaria con mio fratello di due immobili, abbiamo ristrurrato il tetto, la pratica del 36% è stata fatto a nome di mio fratello, come devo fare
    per usufruire dell’agevolazione del 50% della spesa sostenuta. Fattura a due nomi – bonifico a con due codici fiscali e nel 2012 indicare nel 730 sezione III il c/f di mio fratello ?? Vi ringrazio in anticipo per un cenno di riscontro

    Genova, 30.07.11

    .

  37. devo affrontare una spesa di ristrutturazione edilizia e so che posso riprendere il 55 per cento ma ce un maasimo che si deduce dalla busta paga

  38. Sono in procinto di effettuare la ristrutturazione del mio appartamento e sto preparando tutte le carte per l’agevolazione del 36%.
    Volevo sapere se il pagamento tramite bonifico deve avvenire obligatoriamente in un unica rata o posso dividerlo in 2 bonifici distanziati.
    Grazie

  39. Ciao,
    comincia a far freddo e voglio acquistare la stufa mod.Cherie Pellets della Edilcamin (è tra quelle considerate idonee).Il problema è che nn riesco a capire cosa devo fare per avere la detrazione del 36% (ho stampato anche la modulistica ma chiedono l’inixzio e la fine dei lavori.. ma io installo ssolo la stufa!!)… è tutto molto confuso e ben 2 geometri mi hanno detto uno l’esatto contrario dell’altro. Potete aiutarmi?
    Grazie…

  40. Buongiorno,
    Nel 2005 nel nostro condominio abbiamo installato una caldaia a condesazione usurfruendo della detrazione del 55% in 5anni.
    In questi giorni la caldaia ha subito un grave danno e siamo costretti a sostituirla.E’ possibile avere ancora la detrazione del 55%per lo stesso tipo d’intervento?
    Grazie

  41. la dtrazione è ammessa anche per l’acquisto dell’antifurto. Mi risulta che ora non è più necessario inviare le raccomandate a Pescara e all’ASSL

  42. ho fatto in ritardo la comunicazione dell’inizio lavori, posso usufruire della detrazione dal momento della comunicazione fatta in post inizio lavori,o da dal momento che non era più obbligatoria tale comunicazione anche se i lavori sono iniziati prima di tale data.

  43. vorrei sapere a che ufficio mi devo rivolgere per avere copia della documentazione dell 2009 per il rimborso del 36

Rispondi a zappia carmela Annulla risposta

Top