You are here
Home > Iva > Iva 2011 e contabilità, attenzione al luogo di conservazione

Iva 2011 e contabilità, attenzione al luogo di conservazione

Quando le scritture contabili cambiano posto, ovverosia varia il luogo di conservazione, a chi spetta il compito di comunicarlo al Fisco, al vecchio depositario oppure al contribuente? Ebbene, al riguardo l’Agenzia delle Entrate con una risoluzione, la numero 65/E, ha fornito dei chiarimenti in merito. Nel dettaglio, la comunicazione relativa alla variazione del luogo di conservazione delle scritture contabili spetta al contribuente.

Ma nello stesso tempo il depositario può comunque in sede di chiusura del rapporto chiedere al contribuente la prova che la segnalazione all’Amministrazione finanziaria dello Stato della variazione del luogo di conservazione delle scritture contabili è stata realmente effettuata.

Fil

2 thoughts on “Iva 2011 e contabilità, attenzione al luogo di conservazione

Lascia un commento

Top