You are here
Home > Amministrazione finanziaria ed Enti > Fisco e impresa: il regime di attrazione europea

Fisco e impresa: il regime di attrazione europea

Per le imprese che non sono italiane, ma che risiedono comunque in uno Stato membro dell’Unione europea, c’è la possibilità ai fini fiscali di avvalesi del cosiddetto regime di attrazione europea. A patto che la nuova attività in Italia non sia stata avviata prima del 31 maggio del 2010, l’impresa residente in uno stato Ue diverso dall’Italia può avvalersi nel nostro Paese, per un periodo pari a tre anni, anche per i dipendenti e per i collaboratori, del regime fiscale del Paese d’origine o quello di un altro Stato membro dell’Ue.

Questo è quanto prevede in Italia, in particolare, il Decreto Legge numero 78 del 31 maggio del 2010 in corrispondenza dell’articolo numero 41.

Fil

Lascia un commento

Top