Ammortizzatori sociali precari 2013

di roberto 2

Dal 2013 gli ammortizzatori sociali per i co.co.co. cambieranno radicalmente, imponendo requisiti meno stringenti. Dal prossimo anno, infatti, tra le tante novità che riguarderanno tali lavoratori precarsi, si potrà annoverare la sparizione della condizione della risoluzione del rapporto per fine lavoro, né il precedente limite di reddito, per poter disporre dell’atteso assegno. Ma andiamo con ordine.

Le condizioni da verificare per poter disporre del nuovo assegno sono relative alla presenza, nell’anno precedente, di un rapporto di regime in monocommittenza, un reddito lordo fino a 20 mila euro (rivalutabili), un periodo di disoccupazione ininterrotta da almeno due mesi, l’accredito di almeno quattro mensilità alla gestione separata Inps. Nell’anno di riferimento dell’assegno, invece, dovrà essere dimostrato l’accredito di almeno una mensilità alla gestione separata Inps.

La misura dell’indennità sarà relativa al 5% del minimale annuo per il versamento dei contributi di artigiani e di commercianti (nel 2012 il limite sarà pari a 746,50 euro, poiché è 14.930 euro il minimale), da moltiplicare per il numero di mensilità utili.

In proposito di mensilità utili, ricordiamo come queste vengano calcolate come il minor numero tra le mensilità accreditate nell’anno precedente, e le mensilità non coperte dai contributi. Il pagamento avverrà in un’unica soluzione se l’importo dell’assegno non supera i 1.000 euro, o in rate mensili di pari importo in caso contrario. La decorrenza dei nuovi requisiti, ricordiamo, è fissata nel 1 gennaio 2013.

Vi ricordiamo che tutti i dati contemplati nel presente articolo sono suscettibili di potenziali variazioni nei momenti successivi a quelli di redazione del post. Vi invitiamo pertanto a verificare la validità di tali elementi, e in particolar modo l’esattezza delle scadenze, prima di procedere ai pagamenti. Nessuna responsabilità può essere attribuita al contenuto – pur verificato da fonti ritenute attendibili – a Fiscale Web.

 

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>