Sconto fiscale sui mobili

di roberto Commenta

tassazione-rendite-immobiliariGrazie alle novità contenute nel decreto del governo Letta, l’acquisto di mobili – purchè legato a interventi di ristrutturazione edilizia – potrà far risparmiare ai fini Irpef il 50 per cento della spesa sostenuta. Una gradita novità per coloro che si accingono a ristrutturare casa e cambiare la cucina o l’armadio a muro, i quali potranno spingere ulteriormente sul pedale delle agevolazioni fiscali.

La formulazione della norma – osservavano i giuristi dai primi minuti successivi alla pubblicazione del decreto – è molto simile a quella introdotta dal decreto legge 11 febbraio 2009 numero 5, successivamente convertito in legge 9 aprile 2009 numero 33, che tuttavia oltre ai mobili riguardava anche l’acquisto di elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+, gli apparecchi televisivi e i computer.

Per quanto attiene invece il 2013, il bonus sembra essere limitato ai soli mobili che riguardino l’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione edilizia, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo. Considerato lo stretto legame tra le due disposizioni, inoltre, è scontato che potranno usufruire del nuovo bonus solamente gli acquisti effettuati entro il prossimo 31 dicembre 2013 (vedi anche il bonus sui pannelli solari e sulle caldaie, del quale abbiamo parlato poche ore fa).

Requisito essenziale per poter essere ammessi alla nuova detrazione è inoltre che il pagamento sia effettuato tramite bonifico bancario o postale da cui risulta la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o la partita Iva del beneficiario. Dovrebbero inoltre valere le precisazioni dell’agenzia delle Entrate esplicative della precedente agevolazione.

Per i contribuenti che ristrutturano più unità abitative, ad esempio, la facoltà di scaricare il tetto massimo (10 mila euro) è moltiplicata per ogni unità. In ogni caso per poter ottenere questa nuova detrazione fiscale si dovranno rispettare tutti gli adempimenti formali previsti per le ristrutturazioni.

Il bonus potrà inoltre essere portato in detrazione per un totale di 10 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>