You are here
Home > Finanziaria > Manovra finanziaria 2011: ipotesi Tfr in busta paga

Manovra finanziaria 2011: ipotesi Tfr in busta paga

In Italia c’è da risolvere il problema della bassa crescita del Pil, incompatibile con uno dei debiti pubblici più elevati al mondo. Bassa crescita di norma fa rima con bassi consumi, e non a caso in Italia questi sono stagnanti da troppo tempo. Come rilanciarli? Ebbene, in vista dell’avvio della discussione ed approvazione in Parlamento della manovra bis da 45 miliardi di euro, s’è parlato in questi giorni della possibilità di rilanciare i consumi mettendo più soldi nella busta paga dei lavoratori. Questo non con un aumento degli stipendi, ma con l’inserimento del Tfr, il trattamento di fine rapporto, direttamente spalmato nella busta paga.

La proposta, in particolare, è stata formulata dalla Lega Nord, ma allo stato attuale, in accordo con quanto riportato nei giorni scorsi dalla Confcommercio, s’è alzato un coro di “no” delle parti sociali, a partire proprio dai Sindacati dei lavoratori.

Fil

2 thoughts on “Manovra finanziaria 2011: ipotesi Tfr in busta paga

Lascia un commento

Top